Argonautica, di Walter Jon Williams

Jase Miller vide per la prima volta il mostro di ferro quando era nel suo bacino di carenaggio improvvisato presso lo Yazoo.

(trad. di Alessandro Zabini)

 

Presentazione della Delos:

Jase Miller è un mercenario della Guerra Civile Americana al soldo degli Stati Confederati. Assieme alla sua ciurma improvvisata, apparentemente alle dipendenze dei capi militari della Marina Confederata, Jase riesce a impadronirsi di una corazzata praticamente invincibile e, sfuggendo a battaglie e imboscate delle navi yankee sui corsi d’acqua del sud, a mettersi alla ricerca di un misterioso tesoro in soldoni d’oro di una banca del Sud, custodito da un’affascinante e bella ereditiera dagli strani poteri….

 

Come spiega Sandro Pergameno nell’introduzione di questo quarantatreesimo volume della Biblioteca di un Sole Lontano, “Argonautica” di Walter Jon Williams apparterrebbe al genere ucronico, con una storia ambientata tra le rive del Mississippi durante la guerra civile americana (1861-1865).

In realtà il tema centrale di questo racconto lungo, scritto dall’autore statunitense nel 1999, è l’odissea che lo spregiudicato Jase Miller, ufficiale della marina confederata, intraprende per impadronirsi in un cospicuo tesoro. L’elemento propriamente fantascientifico è secondario, tanto da diventare inavvertibile al lettore poco avvezzo alla storia americana. L’idea geniale di Williams è che le vicende di Miller e del suo equipaggio, non meno privo di scrupoli, ricalchino con un pizzico di umorismo quelle di Giasone e degli argonauti, come vengono narrate nel poema epico Le Argonautiche di Apollonio Rodio, del III secolo a.C.

“Argonautica” è praticamente un romanzo, sia per la lunghezza sia per la densità di eventi e colpi di scena che scandiscono i ventinove capitoli. A rendere la lettura piacevolmente scorrevole contribuisce la traduzione, firmata Alessandro Zabini, che non solo è all’altezza dello stile di Walter Jon Williams, scrittore di fantascienza già noto al grande pubblico per una serie di ottimi romanzi, ma rende comprensibili ai lettori italiani le convulse scene di guerra fluviale.

Merito della collana digitale Biblioteca di un Sole Lontano è di mettere a disposizione degli appassionati di fantascienza piccole, grandi perle del genere, finora inedite, come nel caso di “Argonautica”, oppure a lungo assenti dagli scaffali delle librerie. Non resta che augurare lunga vita a questa preziosa collana, magistralmente curata da Sandro Pergameno e arricchita dalle copertine di Tiziano Cremonini.

 

Walter Jon WILLIAMS, ARGONAUTICA (Argonautica, 1999), trad. di Alessandro Zabini, Delos Digital, collana Biblioteca di un Sole Lontano, pubblicazione digitale, prezzo 2,99 €, 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *