La macchia, di Maurizio Cometto

La comparsa in cielo di una misteriosa macchia fungoidale sconvolge progressivamente la vita degli abitanti del paesino di Magniverne e, con essi, del mondo intero. La manifestazione, considerata dalla comunità scientifica una forma di allucinazione collettiva, non è solo ottica: ben presto si accompagna ad essa una serie di perturbazioni collaterali; tra queste una dilagante epidemia di malattia del sonno, detta tripanosomiasi africana.

Il sindaco di Magniverne si ritrova in prima linea, da solo, a fronteggiare questa minaccia alla sua comunità e alla sua famiglia; ad accentuarne la confusione c’è un fenomeno inspiegabile che colpisce la sua collezione di automobiline. L’unica in grado di aiutarlo è la figlioletta Cassandra, che sembra aver capito la natura della Macchia ma, fedele al nome che porta, non viene ascoltata…

“La macchia”, dello scrittore piemontese Maurizio Cometto (classe 1971), è un racconto fantastico lontano anni-luce dalla fantascienza e dal fantasytradizionali; una narrazione che può affascinare l’amante del surrealismo o del realismo magico. Attraverso gli occhi del protagonista, fatto apposta per l’immedesimazione da parte del lettore, si vive una storia a tratti irrazionale, piena di punti interrogativi, all’apparenza senza grandi colpi di scena ma dove l’incubo minaccia di balzare fuori in ogni momento. Una storia dove angoscia e inquietudine si fanno più forti ad ogni paragrafo, anche a causa di una venatura nascosta ascrivibile al genere horror. Il finale, forse prevedibile se si legge con attenzione fin dalle prime righe, è la degna conclusione di una realtà dove l’assurdo s’impadronisce della vita di tutti i giorni.

Echi di Philip K. Dick e di Philip Pullman sono avvertibili in questo racconto ma la cifra stilistica di Cometto emerge in tutta la sua qualità e originalità, caratteristiche che i lettori hanno già incontrato e apprezzato in opere come “Cambio di stagione” (Edizioni Il Foglio, 2011).

Maurizio COMETTO, LA MACCHIA, Acheron Books, collana EUFEMIA, 27 pp., 2016, prezzo ebook 0,99 € (epub-mobi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *